Logistica Amazon: Le differenze fra FBM e FBA

18 Dicembre 2018 Posted by Apulia Smart Comunication In E-commerce

Il modello di business di Amazon, come ben sapete, basa la sua fortuna su una logistica ineccepibile che, nei grandi centri urbani, consente addirittura di ricevere la merce acquistata online in giornata.

Per logistica si intendono tutte le fasi dello spostamento della merce dal venditore fino alla consegna del cliente (customer care incluso).

Le modalità di logistica si dividono in FBM (Fulfilled by Merchant) e FBA (Fulfilled by Amazon).

Con FBM il prodotto è preparato e spedito dal venditore, il che comporta la gestione della spedizione, del reso e del customer care. Il risvolto positivo della medaglia è che Amazon trattiene una percentuale solo sul prezzo di vendita ed, inoltre, il merchant avrà a disposizione indirizzo e informazioni personali del cliente. Per il venditore però è fondamentale tener conto del fattore tempo: dovrà stampare la distinta del prodotto, imballarlo, spedirlo e confermare la spedizione nel pannello dedicato.

Al contrario, con FBA la merce è stoccata e spedita direttamente da Amazon che si occupa della gestione post vendita esonerando il venditore da una serie di “rogne” non indifferenti. Ovviamente, le percentuali trattenute da Amazon aumentano in maniera non indifferente creando non pochi problemi di marginalità per il venditore.

Quale dei due sistemi conviene adottare per il venditore?

La risposta è dipende. Tra le variabili da prendere in considerazione vi è sicuramente il volume delle vendite, i tempi di turnover della merce e i costi di gestione del cliente post vendita.

© Riproduzione riservata – Articolo di Lorenzo Mondelli

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *